Adolescenza

Abbiamo chiesto a degli adolescenti di farci delle domande, presentandoci come ostetriche...

adolescenza"Perché perdiamo il sangue?"

Ogni mese l’utero si prepara per accogliere una gravidanza. La mucosa interna cresce e si fa soffice in attesa dell’ovulo fecondato. La maggior parte dei cicli di una donna però non si conclude con una gravidanza. L’utero così rimuove lo strato di mucosa che aveva preparato attraverso la mestruazione. Per questo oltre alla componente liquida del sangue puoi vedere anche materiale grumoso, mucoso e più compatto, è lo strato di mucosa interna che stai perdendo.

"Da dove arriva?"
Il sangue mestruale arriva dall’utero. Il collo dell’utero è alla fine della tua vagina. Se inserisci un dito in vagina lo puoi sentire, duro come la punta del tuo naso. Durante il ciclo mestruale si apre un pochino per lasciar passare il flusso di sangue che percorre la vagina e esce dai genitali.

"Perché il ciclo viene in adolescenza?"
Generalmente compare tra i 10 e i 16 anni. Sono moltissimi i fattori che influenzano la comparsa del primo ciclo mestruale (menarca), in particolare alimentazione, stile di vita e benessere psico fisico.

"Perché con il mestruo siamo più stanche e travolte dalle emozioni?"
La mestruazione e tutto il ciclo ovarico porta dei cambiamenti ormonali che non possono lasciarci indifferenti. Il bello dell’essere donna può anche essere rappresentato da questa ciclicità.
Nella prima fase del ciclo ovarico, quando 3-4 giorni dopo la mestruazione gli estrogeni nel sangue aumentano probabilmente ti senti pronta a “spaccare il mondo”. Questa sensazione di “potere” e spirito di iniziativa cresce di pari passo con l’aumento di estrogeni e testosterone. Poi avviene l’ovulazione, il
Abbiamo chiesto a degli adolescenti di farci delle domande, presentandoci come ostetriche...
 
love 1754798 640"Qual è il contraccettivo più adatto a proteggermi?"
Il contraccettivo più adatto è il profilattico perché protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, dalle gravidanze indesiderate e non modifica il ciclo ormonale.
È facilmente acquistabile in qualsiasi momento, lo trovi in farmacia, nei supermercati e nei distributori automatici.
Non necessita la prescrizione di un professionista sanitario.

"Cosa cambia nel rapporto se si usa il profilattico?"
Ci possono essere alcune preoccupazioni che rendono difficile l’uso del profilattico. Può esserci la paura di perdere l’erezione, di provare meno piacere, che si rompa o che si sfili...
Parlare apertamente di queste preoccupazioni può aiutare la coppia a creare più confidenza e complicità. Per vivere serenamente un rapporto sessuale è utile essere tranquilli rispetto a possibili gravidanze o alla preoccupazione di contrarre malattie sessuali come l’HIV ma anche Clamidia, Herpes o Epatite (qui faremo un gancio su articolo dedicato alle MST)
Indossare il profilattico può essere anche un modo per iniziare i preliminari, per prendere confidenza con i genitali dell’altro e per sperimentarsi.

"Il profilattico funziona anche se messo prima di eiaculare?"
No. Il profilattico va indossato prima della penetrazione e tolto solo a fine rapporto avendo cura che non si sfili dopo l’eiaculazione. Se non vengono osservate queste regole non protegge dalle gravidanze e dalle malattie sessualmente trasmissibili.
Ricorda inoltre che è meglio conservarlo in luoghi freschi (non nel cruscotto dell’auto o nel portafoglio per intenderci) e bisogna controllare la data di scadenza.
Abbiamo chiesto a degli adolescenti di farci delle domande, presentandoci come ostetriche...

pretty 351884 640
"Come può la pancia espandersi così tanto?"
L’utero cresce insieme al bambino. Quando non si è incinta ha la dimensione di un’albicocca e poi in nove mesi raggiunge quella di un’anguria.
Il tessuto muscolare dal quale è composto cresce prima in spessore e poi si assottiglia tanto da permettere al nostro utero di contenere tutto: bambino, placenta e liquido amniotico.
Pensa che tutti gli organi interni si spostano un po’ per far posto alla casa-utero e la pelle della pancia si tende a volte senza nemmeno portare a smagliature;-)

"Come fa ad allargarsi così la vagina al momento del parto?"
La vagina (la parte interna dei tuoi genitali) è una cavità fittizia, ovvero le sue pareti morbide ed elastiche si adattano a quello che viene introdotto (pensa all’assorbente interno, alla coppetta mestruale o al pene) o a quello che ne esce (la testa del bambino).
Anche il progesterone, un ormone molto presente in gravidanza, e la relaxina, altro ormone  aiutano i tessuti a rimanere morbidi ed elastici, in modo che al momento del parto possano distendersi al meglio.

"Perché i bambini devono nascere iniziando con la testa?"
Generalmente è più frequente il parto naturale di un bambino che “inizia con la testa”... la testa infatti distende i tessuti che incontra nel modo migliore e il corpo trova poi facilitata l’uscita. Circa 97 bambini su 100 infatti sono, a termine di gravidanza, a testa in giù!
In realtà non è una regola di madre natura;-) altri bimbi possono nascere anche podalici ovvero a “testa in su”.

Ricerca albo

Ricerca gli iscritti nell'albo del Collegio di Milano, Bergamo, Cremona Lodi, Monza e Brianza


radio lotus